• Dagospia

    “SE VAI A PALERNO NON TOCCARE LE BANANE” – SE NE VA A 50 ANNI L'ATTORE (AFFETTO DA SINDROME DOWN) ALESSANDRO DE SANTIS: NEL FILM “JOHNNY STECCHINO” ERA LILLO, L'AMICO DI BENIGNI – LA SCENA STRACULT CON BENIGNACCIO CHE SVENTOLA UN SACCHETTO PIENO DI COCA: “VEDI QUESTA? È UNA MEDICINA CHE FA PASSARE IL DIABETE COMPLETAMENTE. LA DEVI PRENDERE QUATTRO VOLTE AL GIORNO” – VIDEO


     
    Guarda la fotogallery

     

    Emilia Costantini per il “Corriere della Sera”

     

    BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS

    «Vedi questa? È una medicina che fa passare il diabete completamente. La devi prendere quattro volte al giorno», afferma Dante, sventolando davanti all'amico Lillo un sacchetto pieno di polvere bianca, incitandolo a tirare su col naso. Ma Dante, un brav' uomo in assoluta buona fede, non sa che quella è cocaina, al contrario è convinto che si tratti di un prezioso farmaco per la malattia dell'amico. Il povero Lillo, dunque, fidandosi del consiglio, comincia a sniffare, si impiastriccia naso e bocca di polvere, poi inizia a correre urlando per strada felice, rincorso dall'incredulo e involontario «spacciatore».

     

    BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS

    È la scena finale del film Johnny Stecchino , interpretata da Roberto Benigni e Alessandro De Santis, l'attore down morto ieri all'età di 50 anni a Roma. La notizia della prematura scomparsa è stata diffusa dalla famiglia di De Santis, aggiungendo: «Abbiamo ricevuto una lettera di cordoglio da Benigni e questo ci ha molto colpito».

     

    Il regista e l'attrice Nicoletta Braschi, che nel film interpretava la parte di Maria, tengono inoltre a sottolineare, in un messaggio commosso: «È tristissima la notizia di Alessandro De Santis. Ricordiamo un professionista impeccabile, che esprimeva una meravigliosa gioia di vivere. L'incontro con lui rimarrà per sempre legato ai ricordi più belli». I funerali si svolgeranno oggi nella chiesa romana di San Frumenzio. Ma la famosa scenetta «drogata» sollevò numerose polemiche. Ritenuta sconveniente, venne addirittura censurata negli Stati Uniti.

    BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS

     

    Tuttavia il film , uscito nelle sale nel 1991, riscosse un grande successo al botteghino, pur essendo inizialmente accolto dai critici in maniera piuttosto tiepida e, col passare del tempo, oltre a riscuotere il favore del pubblico, ha ottenuto vari riconoscimenti: David di Donatello, Nastro d'argento e Ciak d'oro, non solo al protagonista-regista, ma anche all'attore Paolo Bonacelli (nel ruolo dell'avvocato D'Agata) e nomination allo sceneggiatore Vincenzo Cerami.

     

    La vicenda rappresentata, che si ispira al film Totò a Parigi interpretato da Antonio de Curtis e diretto da Camillo Mastrocinque, è un divertente gioco di scambi di persona. Dante Ceccarini fa l'autista di scuolabus per ragazzi disabili, ma non sa di essere il sosia di un pericoloso criminale, il Johnny Stecchino del titolo, e finirà in una rocambolesca avventura a lieto fine.

    BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS BENIGNI ALESSANDRO DE SANTIS

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie