• Dagospia

    SEI DISLESSICO? PUOI FARE LA SPIA! - I SERVIZI SEGRETI BRITANNICI SONO SEMPRE ALLA RICERCA DI PERSONE CON ABILITA' NEURODIVERSE: "BRAVISSIMI NELL'INDIVIDUARE SCHEMI COMPLESSI E NEL RISOLVERE ENIGMI IMPENETRABILI" - LE SFIDE INFORMATICHE DEL FUTURO RICHIEDERANNO CAPACITA' INTUITIVE NON COMUNI


     
    Guarda la fotogallery

    Dagotraduzione dal Times

     

    Dislessia Dislessia

    Per GCHQ, l'agenzia governativa inglese che si occupa della sicurezza, la dislessia è fondamentale contro gli attacchi alla sicurezza informatica perché fornisce alle sue spie una capacità unica di «vedere un quadro più ampio».

     

    Le persone con dislessia vengono ricercate dalle agenzie di spionaggio perché sono abili nell'individuare schemi di eventi o dati e hanno un'abilità intuitiva per risolvere enigmi «impenetrabili» e problemi complessi.

     

    Jo Cavan, direttore della strategia presso GCHQ, ha dichiarato all'organizzazione benefica Made by Dyslexia che i reclutatori dell'agenzia stanno cercando persone con abilità neurodiverse per interrompere le minacce al Regno Unito dall'estero.

     

    Servizi segreti britannici Servizi segreti britannici

    Le sfide informatiche che la Gran Bretagna deve affrontare richiedono «persone in grado di connettere idee, che possano pensare visivamente, che possano usare il loro intuito», ha detto. «Vediamo queste qualità in molti dei nostri colleghi dislessici».

     

    Charlotte, un funzionario dell'intelligence che lavora nel centro operativo 24/7 di GCHQ, ha dichiarato in un podcast pubblicato oggi dall'organizzazione benefica: «Esaminano molti dati e trovo che la mia dislessia mi aiuti a vedere il quadro generale e alcuni schemi che non sono sempre evidenti a tutti gli altri intorno a me. Trovo anche che il mio approccio alla ricerca di soluzioni sia molto diverso».

     

    Keira Knightley Keira Knightley

    Rob, un innovatore trasformazionale presso GCHQ che lavora a stretto contatto con le forze armate britanniche e con i militari nei Balcani e in Iraq, ha dichiarato: «Uso le mie capacità dislessiche per individuare se c'è un'opportunità di fare le cose in modo diverso».

     

    Nell'Integrated Review pubblicata di recente dal governo, il ruolo di GCHQ è stato identificato come chiave mentre la guerra si sposta dai carri armati al cyberspazio. L'agenzia ritiene che il reclutamento di più personale dislessico possa dare loro un vantaggio.

     

    Nel 2018, l'attrice Keira Knightley ha raccontato come la sua dislessia l'ha messa in difficoltà quando era in prima elementare perché non riusciva a leggere «Ricordo ancora lo shock, e come mi vedevo completamente diversa», ha detto in un video pubblicato sul canale YouTube di Made by Dyslexia. L'anno scorso Knightley si è unita all'imprenditore Richard Branson e a Maggie Aderin-Pocock, uno scienziato spaziale, entrambi dislessici, nel sostenere il programma di formazione scolastica dell'ente di beneficenza.

    Maggie Aderin-Pocock Maggie Aderin-Pocock Richard Branson Richard Branson

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie