• Dagospia

    L’ATTENZIONE DEL MONDO È SPOSTATA SU TAIWAN E I RUSSI RIPRENDONO A BOMBARDARE OBIETTIVI CIVILI – COLPITA UNA FERMATA DELL’AUTOBUS NELLA REGIONE DI DONETSK, NEL DONBASS: SONO RIMASTE UCCISE ALMENO 8 PERSONE, E ALTRE 4 SONO FERITE…

     


     
    Guarda la fotogallery

     

    Da www.ansa.it

     

    bombardamenti russi bombardamenti russi

    In Ucraina un colpo d'artiglieria sparato dai russi ha colpito una fermata dell'autobus nella regione di Donetsk, nel Donbass, uccidendo almeno 8 persone, ferendone altre 4, tra cui tre bambini. Lo rende noto il governatore dell'oblast, citato dal Kiev Independent.

     

    La centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia occupata dalle forze russe, la più grande d'Europa, è "completamente fuori controllo": lo afferma il direttore generale dell'Aiea, l'Agenzia internazionale per l'energia atomica, Rafael Grossi. Lo riportano i media internazionali.

     

    bombardamento su donetsk bombardamento su donetsk

    "C'è un catalogo di cose che non dovrebbero mai accadere in nessun impianto nucleare", ha sottolineato Grossi aggiungendo che "la situazione è molto fragile. Ogni principio di sicurezza nucleare è stato violato in un modo o nell'altro e non possiamo permettere che questo continui". 

     

    La questione del nucleare iraniano è invece al centro di colloqui a Vienna, dopo il capo negoziatore per Teheran Ali Bagheri Kani è arrivato per un nuovo giro di colloqui allo scopo di rilanciare l'accordo del 2015, noto come Jcpoa. Lo rende noto Irna. Il nuovo giro di colloqui servirà a verificare la determinazione degli Usa rispetto al patto, ha affermato, come riporta Irna, il capo negoziatore sul nucleare per l'Iran, Ali Bagheri Kani, durante un incontro a Teheran con Pasquale Ferrara, direttore generale per gli Affari Politici e di Sicurezza del ministero degli Esteri. Bagheri Kani aveva fatto sapere ieri che era diretto a Vienna dove è in programma un nuovo giro di colloqui per il rilancio del Jcpoa.

    carri armati a donetsk carri armati a donetsk

     

    Dopo il ritiro degli Usa dal patto nel 2018 e la ripresa delle attività di arricchimento dell'uranio da parte di Teheran, a novembre scorso Iran, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania sono tornate al tavolo negoziale per rilanciare il Jcpoa ma da marzo i colloqui si trovano in fase di stallo.

    attacco russo a chasiv yar 6 attacco russo a chasiv yar 6

     

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie