• Dagospia

    MA QUALE RITIRATA: KKR NON HA INTENZIONE DI FARE UN PASSO INDIETRO SU TIM. LA PROVA? NEL POOL DI ADVISOR DEL FONDO AMERICANO C’È ANCHE IL POTENTISSIMO ANDREA ZOPPINI, CHE LAVORA CON TELECOM DA TEMPO ED È IN OTTIMI RAPPORTI CON LA MINISTRA MARTA CARTABIA E CON ROBERTO GAROFOLI (CON CUI HA SCRITTO IL ''MANUALE DELLE SOCIETA' DI PARTECIPAZIONE PUBBLICA") – DALLA SUA, KKR HA ANCHE LA POTENZA DI FUOCO DELLE PRIME TRE GRANDI BANCHE AMERICANE…


     
    Guarda la fotogallery

    Rosario Di Mito per “il Messaggero”

    kkr kkr

     

    Su Tim si scarica la speculazione riguardo gli assetti futuri. Ieri il titolo ha chiuso in controtendenza (- 1,3% a 0,45 euro) sulle voci di un possibile retrofront di Kkr rispetto alla manifestazione di interesse per una possibile opa del 19 novembre a 0,505 euro condizionata. Il Ftse Mib invece ha segnato un rialzo di 2,1%.

     

    Andrea Zoppini Andrea Zoppini

    In realtà, secondo quanto ricostruito da Il Messaggero, nonostante da parte del governo ci sia freddezza nei confronti dell'iniziativa del fondo Usa, prediligendo la discesa in campo diretta della Cdp, azionista con il 9,8% al fianco di Vivendi che è ora favorevole allo scorporo della rete, Kkr tira dritto.

     

    TIM GUBITOSI TIM GUBITOSI

    Nel pool di advisor del fondo, al fianco di JpMorgan, Citi e Morgan Stanley, ha ingaggiato un pezzo da 90 come l'advisor legale Andrea Zoppini, docente universitario, law firm particolarmente stimata e accreditata a livello istituzionale. E il ruolo di Zoppini in questi giorni si sta rivelando cruciale.

     

    henry kravis henry kravis

    Con Tim il giurista lavora da tempo: ha coadiuvato la composizione della lista del cda all'assemblea di aprile. Inoltre ha solidi rapporti con Roberto Garofoli, sottosegretario a Palazzo Chigi e con la Guardasigilli Maria Cartabia, assiste Mps con il gradimento del Tesoro, ha relazioni trasversali negli ambienti che contano, è vicino alle più alte istituzioni e il suo standing così elevato può tornare utile alla causa, nel senso di accreditare le mosse di Kkr in Italia.

     

    marta cartabia foto di bacco (2) marta cartabia foto di bacco (2)

    Ecco perchè il fondo ha tutt' altra intenzione di battere in ritirata, almeno fino a quando non ci sarà un verdetto formale da parte del cda dell'ex monopolista. Che in queste ore, attraverso il Comitato ad hoc istituto dal board e formato dal presidente Salvatore Rossi e da quattro amministratori indipendenti (il lead independent director Paola Sapienza e gli amministratori Paolo Boccardelli, Marella Moretti e Ilaria Romagnoli) è in seduta permanente.

    presentazione la nuova disciplina delle societa' a partecipazione pubblica – curato da roberto garofoli e andrea zoppini 1 presentazione la nuova disciplina delle societa' a partecipazione pubblica – curato da roberto garofoli e andrea zoppini 1

     

    GIOCO AD INCASTRO

    Questi manager lavorano da giorni quasi full immersion e dopo la riunione in presenza di venerdì scorso, insieme al Comitato controlli e rischi, nella giornata di ieri, da remoto, sono stati in collegamento dalle 11 fino alle 19, con qualche pausa: sul tavolo la scelta prioritaria degli advisor.

     

    vincent bollore vincent bollore

    La prima indicazione era per la coppia Barclays e Goldman Sachs ma da parte di alcuni si vorrebbe aggiungere 1-2 banche in un gioco ad incastro dove chi spinge per una e non per l'altra tira fuori motivi di conflitti legati alla presenza nel ceto creditore (34 miliardi lordi nei confronti dei principali istituti italiani ed esteri) e alla partecipazione ad altre operazioni nel mondo delle tlc.

    I consulenti saranno propedeutici per assistere gli organi nella stesura del percorso con Kkr, la cui opa è amichevole e condizionata al gradimento della società, del management e delle Autorità. Inoltre non ha scadenza. Detto questo si dovrebbe aggiungere almeno una istituzione italiana.

     

    beppe grillo al mare in sardegna 10 beppe grillo al mare in sardegna 10

    Dalla sua Kkr ha anche la potenza di fuoco delle prime tre grandi banche americane guidate da JpMorgan che ha sottoscritto a fermo, salvo poi sindacarla, una sorta di committment da 45 miliardi, pari al debito Tim più 11 miliardi per l'opa. Ma la missiva esplicita la disponibilità a incrementare la garanzia del fabbisogno nel caso in cui il fondo americano volesse rilanciare l'offerta di partenza. Ieri su Tim è intervenuto Beppe Grillo: «Cdp può dare finalmente la stabilità all'azionariato di Telecom che manca da oltre 20 anni e che la sottopone ciclicamente a processi di crisi oramai quasi irreversibili».

    ANDREA ZOPPINI 2 ANDREA ZOPPINI 2 presentazione la nuova disciplina delle societa' a partecipazione pubblica – curato da roberto garofoli e andrea zoppini 1 presentazione la nuova disciplina delle societa' a partecipazione pubblica – curato da roberto garofoli e andrea zoppini 1 Andrea Zoppini Andrea Zoppini

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie