• Dagospia

    E COSÌ SIANI – MARIO DRAGHI PORTA UN SUO UOMO DI FIDUCIA A BANKITALIA: GIUSEPPE SIANI, GIÀ VICE DIRETTORE GENERALE ALLA BCE, E' IL NUOVO CAPO DELLA VIGILANZA – NELLA CORSA ALLA NOMINA IL GRANDE SCONFITTO È STATO CIRO VACCA, DA ANNI NUMERO DUE DELLA VIGILANZA. CON IL TERREMOTO IN ARRIVO NEL SISTEMA BANCARIO, DRAGHI HA PRETESO UN SUO FEDELISSIMO. E VISCO L’HA ACCONTENTATO


     
    Guarda la fotogallery

     

     

    Il Sigillo per www.tag43.it

     

    GIUSEPPE SIANI GIUSEPPE SIANI

    Battaglia con colpi bassi per la super poltrona di Capo della vigilanza di Banca d’Italia lasciata libera dopo la promozione a vice direttore generale di Paolo Angelini. A spuntarla a sorpresa è Giuseppe Siani, vice direttore generale alla Bce nonché stretto collaboratore di Mario Draghi durante il suo mandato a Francoforte.

     

    DANIELE FRANCO MARIO DRAGHI DANIELE FRANCO MARIO DRAGHI

    Un’altra conferma che l’attuale presidente del Consiglio non perde un colpo quando si tratta di piazzare suoi fedelissimi nei posti chiave. È già successo nell’ex Ilva di Taranto con Franco Bernabè, potrebbe succedere in Cdp alla vigilia delle nomine se il suo candidato Dario Scannapieco, attualmente vice presidente della Banca europea degli investimenti, dovesse spuntarla sull’attuale ad Fabrizio Palermo.

    dario scannapieco dario scannapieco

     

    Ancora una volta Draghi impone un suo fedelissimo

    Siani è stato per anni alla Bce, ma una volta uscito Draghi non è riuscito a fare il grande salto all’agognato incarico di direttore generale. Ecco allora che per ricompensarlo il premier ha spinto perché venisse indicato dal direttorio nel ruolo chiave di responsabile della Vigilanza del sistema bancario italiano.

     

    CIRO VACCA CIRO VACCA

    Nella corsa alla nomina il grande sconfitto è stato Ciro Vacca, da anni numero due della vigilanza bancaria e finanziaria, considerato un inflessibile sceriffo e uno dei più autorevoli esperti nel settore nell’ambito del Single Supervisory Mechanism (Ssm).

     

    Ma con il prossimo terremoto nel sistema bancario, soprattutto in relazione al salvataggio di Mps e alle manovre intorno a Mediobanca, Draghi ha preteso che su quella poltrona si sedesse un fedelissimo come Siani. Naturalmente il governatore di via Nazionale Ignazio Visco l’ha immediatamente accontentato. Silente sulla vicenda Daniele Franco, l’ex direttore generale ora ministro dell’Economia.

    franco bernabe foto di bacco (2) franco bernabe foto di bacco (2)

     

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie