• Dagospia

    POSTA! - CARO DAGO, CHISSÀ SE DOPO L'AVVISO DI GARANZIA AL LORO BENEFATTORE GRILLO, I GRILLINI E TRAVAGLIO SI SCOPRIRANNO "GARANTISTI". NON MI STUPIREI SE INIZIASSERO A PENSARE DI VOTARE BERLUSCONI… - DI FRONTE AGLI IPOCRITI, AI CALCOLATORI, AI FURBASTRI CHE SI ACQUATTANO COME CONIGLI NELLA TANA DEI MESSAGGI CRIPTICI, DELLE ALLUSIONI, DEI TATTICISMI, ECC. ECC. UNO COME BERLUSCONI CHE (PIACCIA O MENO) ROMPE GLI SCHEMI ED ESCE ALLO SCOPERTO ALLA LUCE DEL SOLE APPARE UN LEONE…

     


     
    Guarda la fotogallery

    Riceviamo e pubblichiamo:

     

    Lettera 1

    Caro Dago,

    salvini draghi salvini draghi

    Se sono vere le voci di patteggiamenti per Draghi al Quirinale e Salvini all'Interno, mi cadono le braccia!! Proseguiamo nel mercanteggiamento per le poltrone! Mi ero illuso, da italiano credulone, che la tempra del premier fosse di pasta diversa, certo i suoi compromessi in passato li ha fatti pure lui, visto la carriera di altissimo livello, ma che l'attuale classe politica non fosse considerata un interlocutore serio. Genuinamente mi sbagliavo! È proprio vero: tutte le buone intenzioni si perdono a Roma caput mundi.

     

    MP

     

    SEQUESTRO NELLA SINAGOGA IN TEXAS SEQUESTRO NELLA SINAGOGA IN TEXAS

    Lettera 2

    Caro Dago, il giornalismo italico non perde occasione per dimostrare la sua parzialità nel dare notizie. Per esempio, il terrorista che a Houston ha preso in ostaggio alcuni ebrei in una sinagoga, chiedendo la liberazione di Aafia Siddiqui (alias "Lady Al-Qaeda"), viene definito da tutti i principali quotidiani come "cittadino britannico" e mai viene scritto il vocabolo "musulmano". Oriana Fallaci ha sempre più ragione.

     

    [Il Gatto Giacomino]

     

    SILVIO BERLUSCONI AL QUIRINALE - BY OSHO SILVIO BERLUSCONI AL QUIRINALE - BY OSHO

    Lettera 3

    Caro Dago, l'elezione di Berlusconi come presidente della Repubblica sarebbe un enorme vantaggio per le agenzie di viaggio che potrebbero avere un sacco di "sinceri democratici" pronti a un doloroso esilio in paesi democratici. Aiutiamo le agenzie di viaggio in crisi da tempo!!!

     

    Flavio Gori

     

    Lettera 4

    A Dagospia.

     

    Mi fa specie che un osservatore acuto e solerte delle cose del mondo, anche al di fuori dell'Italia, come Roberto D'Agostino continui a trastullarsi con le insignificanti notizie sulla prossima elezione del Presidente della Repubblica, e trascuri di dare adeguata copertura ai venti di guerra che soffiano sull'Ucraina.

     

    escalation militare tra russia e ucraina escalation militare tra russia e ucraina

    Abbastanza vicino a noi sta montando giorno dopo giorno uno scenario di imminente guerra tra Russia e Ucraina. I giornali internazionali stanno spandendo fiumi di inchiostro sulla possibile guerra e la stampa italiana non ne fa quasi cenno. Vi immaginate l'Europa, e per quel che ci riguarda più da vicino, l'Italia, senza il gas russo quest'inverno? Ve l'immaginate il crollo dell'Euro e magari un'inflazione galoppante?

     

    Redazione, siete pregati di sfogliare i quotidiani americani e inglesi e vi farete una giusta immagine della situazione.

     

    Francisco o primeiro

     

    Lettera 5

    grillo travaglio felici grillo travaglio felici

    Caro Dago, Beppe Grillo è indagato a Milano per traffico di influenze illecite per alcuni contratti pubblicitari sottoscritti dalla compagnia di navigazione Moby con il blog Beppegrillo.it. Marco Travaglio gli toglierà il saluto?

     

    Gildo Cervani

     

    Lettera 6

    Mi piacerebbe sapere perché mentre un ristoratore è passibile di multa se non chiede il green pass ai clienti, la stessa solerzia non viene richiesta a nessuno degli addetti ai controlli nelle ferrovie.

     

    controlli green pass alla stazione di milano garibaldi 7 controlli green pass alla stazione di milano garibaldi 7

    In nessuno dei quattro treni presi ieri in Liguria mi è stata richiesta la certificazione, i passeggeri vanno e vengono liberamente anche a terra, dei famosi ausiliari presenti a bordo in numero di 4 o 5 nei convogli ad alta frequentazione non vi è più traccia e l'impressione è che non si voglia intervenire per evitare problemi.

     

    controlli green pass alla stazione di roma 8 controlli green pass alla stazione di roma 8

    Questo si evince anche dall'indifferenza con cui i vertici trattano la questione della sospensione corse per le quarantene. In nessuna delle stazioni visitate ho trovato una sola informazione sugli autobus sostitutivi delle corse soppresse e sì che di cartelli ce ne sono a decine

     

    Il problema diventa serio la sera, quando non c'è nessuno a cui chiedere e quando non sei sicuro se questo autobus passerà davvero. Insomma a casa mia questo si chiama boicottaggio, resta da capire cosa c'è sotto.

     

    Gianni Aronne Mozzelin

     

    IL GENERALE FIGLIUOLO - IN MEZZORA IN PIU IL GENERALE FIGLIUOLO - IN MEZZORA IN PIU

    Lettera 7

    Caro Dago, vaccini, Figliuolo: «Italia terza in Ue per inoculazioni». Fantastico! Resta da capire quanti si siano vaccinati "all'italiana".

     

    Bobby Canz

     

    goffredo bettini gianni letta giuseppe conte goffredo bettini gianni letta giuseppe conte

    Lettera 8

    Caro Dago, il guru de noantri, Bettini, ha dichiarato che "Conte è più leader di governo che di partito", a parte che questa affermazione suona come una mezza bocciatura politica, Bettini dovrebbe spiegare di quale governo parla, il primo nel quale Conte era un semplice spettatore o il secondo, di cui si ricorderanno i Dpcm notturni, gli inutili "Stati Generali" di dieci giorni e il programma del Pnrr da affidare a 600 esperti! Ormai è certo, alla prossima intervista Bettini risponderà "Conte chi?"...

     

    FB

     

    grillo e grillini fuori montecitorio grillo e grillini fuori montecitorio

    Lettera 9

    Stimato Rob,

     

    c'è un'ottima ragione per andare al voto subito dopo l'elezione al Quirinale: impedire che gli ipocriti grillini, giunti in Parlamento al grido di "onestà! onestà! onestà!" contro il parlamentarismo e contro i vitalizi, non becchino neanche un euro di pensioncina parlamentare.

     

    Codesti figuri ora si sono incollati al seggio e da accattoni sono pronti a votare chiunque garantisca continuità. Che si sciolgano le Camere, anche per rendere onore a Ernest Renan che disse: «Ho conosciuto molti furfanti che non erano moralisti, ma non ho mai conosciuto un moralista che non fosse furfante».

     

    Giancarlo Lehner

     

    Lettera 10

    claudio durigon 1 claudio durigon 1

    Il mio primo scoop: ho scoperto chi ha in mente Salvini come Presidente della Repubblica, nel caso malaugurato Silvio On. Berlusconi fosse infilzato dai bolscevichi.

    - Si tratta dì uno statista irreprensibile, uomo che tutto il mondo ci ammira.

    - È un politico sopra le parti, che ovunque abbia lavorato ha portato risultati incredibili.

    - È apprezzato dai mercati, è amico di tutti i grandi della Terra.

    - È rispettato.

    - È autorevole.

    - È senza macchia.

     

    Claudio Durigon  farà di nuovo grande l’Italia!

     

    Giuseppe Tubi

     

    ENRICO LETTA DIREZIONE PD ENRICO LETTA DIREZIONE PD

    Lettera 11

    Caro Dago, si ha l'impressione che il segretario Pd, assieme all'Armata Brancaleone dei 5 Stelle, voglia trasformare la corsa al Quirinale nella disfida di bur-Letta.

     

    Gdipp

     

    Lettera 12

    È avvilente, caro Dago, che la più alta Carica dello Stato sia frutto non di chi fa la mejo mossa ma di chi fa la meno peggio. Tutti a invocare una "personalità di alto profilo istituzionale, di alta moralità" e via tromboneggiando con bla bla bla vari: come dire che la neve è bianca e le violette profumano.

     

    matteo salvini silvio berlusconi giorgia meloni quirinale by macondo matteo salvini silvio berlusconi giorgia meloni quirinale by macondo

    Belle parole di "alta" poesia che però si dissolvono contro la cruda prosa dei numeri. Ed ecco allora che, di fronte agli ipocriti, ai calcolatori, ai furbastri che si acquattano come conigli nella tana dei messaggi criptici, delle allusioni, dei tatticismi, ecc. ecc. uno come Berlusconi che - piaccia o meno - rompe gli schemi ed esce allo scoperto alla luce del sole e al giudizio del popolo sovrano, appare un leone.

     

    Antonio Pochesci

     

    Lettera 13

    Caro Dago,

    che gran cagata tutto 'sto casino per il Quirinale! È del tutto ovvio che chiunque ci vada o fa quanto dice la sinistra (cioè tutti i giornali, la Magistratura...) o è guerra nucleare. E siccome sarà Guerra Nucleare, chiunque farà quanto deve. Mi pare che nessuno si ricordi di Cossiga!

     

    SILVIO BERLUSCONI E FRANCESCO COSSIGA SILVIO BERLUSCONI E FRANCESCO COSSIGA

    E non basterebbe neanche fare paro paro quello che hanno fatto, praticamente di eversivo, gli ultimi 4 Presidenti (Scalfaro e Napolitano su tutti), ci sarebbero sempre dei distinguo "sì... ma... però... beh, non è proprio la stessa cosa... e comunque pure se noi abbiamo sbagliato non è detto che anche Voi dobbiate farlo… ecc ecc ecc".

     

    Non c'è Speranza. Anzi purtroppo lui c'è. E proprio tal Speranza e le sue minchiate mega-ideologiche e totalmente separate dalla Realtà, sono la prova provata che Draghi (la sua iper ambiziosa consorte ancor di più) vuole fortissimamente diventare Capo dello Stato.

     

    pier luigi bersani pier luigi bersani

    Tutto si può criticare, in Consiglio dei Ministri, tranne quanto deciso da 'sto caxxo di Speranza (e Lamorgese, messa lì esclusivamente per garantire lo sbarco dei 1000, quotidiani però), perché 1) corrisponde a 400 voti e 2) per far capire che quella sarà la solfa "non farò nulla che possa andare contro la Sinistra, cioè l'Europa, cioè Francia e Germania...".

     

    Per chi dei Voti, della democrazia non sa che farsene (Bersani), tranne, al max, ricordarsene al momento delle elezioni, che pur qualcosa conta, tutto l'apparato, a cominciare dal Presidente della Repubblica è assolutamente necessario che sia dei Loro. O per fare i papocchi, come è prassi dal 2011 in avanti, o per far cadere qualsiasi esecutivo che non fosse di Sinistra.

     

    D'altronde è stato chiaramente detto da Mieli (lo storico!!!) dall'Annunziata: "Se Berlu diventasse davvero Presidente gli scateneremo contro qualsiasi cosa... gli conviene??".

    Certo se la Destra è questa qui (senza uno straccio di idee, di soluzioni, ancorata anch'essa a ideologie o contro-ideologie...), quasi meglio questa Sinistra. Però resta il fatto che l'ingiustizia, l'ipocrisia, il conformismo assoluti e totali non sono comunque accettabili!

     

    paolo mieli foto di bacco (3) paolo mieli foto di bacco (3)

    Un'ultima cosa contro la Destra e le sue minchiate. Assimilare l'Islam alla cultura araba è una stronzata allucinante!!!! L'Islam è una religione, una vera religione, con tutti i crismi di moralità giusta e vera. Altra cosa è la cultura araba iper-arretrata, l'islamismo. Quelle sì, da combattere.

     

    Certo quì la sinistra fa anche peggio. Per cui tranne che non ci siano bombe e decine di morti, atti comunque stigmatizzati per non più di qualche ora, non esiste una cultura araba che in maniera molto generalizzata è indietro di secoli!

     

    Insomma, cercasi disperatamente un Generale De Gaulle o anche una Generalessa Margaret Thatcher!

     

    Salam!

     

    Lettera 14

    Sigarette 2 Sigarette 2

    Caro Dago, Covid, verso l'intesa sui negozi "pass free". Il governo sta ancora valutando l'ok a edicole e tabaccai: avanza l'ipotesi della vendita solo all'aperto, nei chioschi o presso i distributori automatici nel caso delle sigarette. E per i vaccinati, invece? Si sono fatti il vaccino per proteggere i polmoni dal Covid e poi vanno a scassarseli con le  sigarette? A chi si è immunizzato dovrebbe essere proibito.

     

    Tony Gal

     

    LEZZI LEZZI

    Lettera 15

    Caro Dago

    come mai finora nessuno ha rispolverato la piattaforma Rousseau per estrapolare il nome del candidato al Quirinale? Magari la piattaforma magica avrebbe dato il nome di Ciampolillo o della Lezzi, mi mancherebbe proprio di vedere una coltivazione di cozze direttamente al Quirinale!

     

    Lorenzo B.

     

    carlo fuortes carlo fuortes

    Lettera 16

    Gentile Dago, in merito all'ennesimo pianto greco dell'ennesimo dirigente Rai di cui si è perso il conto, sarebbe il caso di cominciare a far lavorare i migliaia di dipendenti stipendiati e nullafacenti ed evitare la mangiatoia degli esterni raccomandati decuplicatori di costi anche in presenza di flop clamorosi.

     

    La Rai ha eccellenze a tutti i livelli, figlie di un know how decennale e non serve affidarsi a incompetenti capaci solo di fatturare a manetta: lì nessuno chissà come mai ci mette le mani, sono solo capaci di piangere miseria e aumentarsi gli stipendi per lamentarsi che non ci sono abbastanza soldi.

    Alla prossima

     

    Alberto Gentile

     

    CINGOLANI CINGOLANI

    Lettera 17

    Caro Dago, bollette, Cingolani: "Lavoriamo a un taglio dell'Iva". Chissenefrega dell'Iva! Pensano di cavarsela facendoci pagare il 5% in meno?

     

    Ugo Pinzani

     

    pietro parolin bergoglio pietro parolin bergoglio

    Lettera 18

    Caro Dago, il Segretario di Stato vaticano, il card. Pietro Parolin, e il Sostituto, mons. Edgar Pena Parra, sono positivi al Covid. Sono i principali collaboratori di Papa Francesco. Entrambi vaccinati con la terza dose. Quando si è egoisti e si fanno dosi in serie senza lasciare nulla ai fratelli più poveri... Dio vede e provvede.

     

    Camillo Geronimus

     

    texas terrore in sinagoga blitz forze speciali texas terrore in sinagoga blitz forze speciali

    Lettera 19

    Caro Dago, Texas, il sequestratore nella sinagoga era noto ad autorità della Gran Bretagna. Ecco perché lo hanno mandato da Biden!

     

    Elia Fumolo

     

    fico grillo di maio fico grillo di maio

    Lettera 20

    Caro Dago, Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite per alcuni contratti pubblicitari sottoscritti dalla compagnia di navigazione Moby con il blog Beppegrillo.it. Domani sarà abbrustolito sulla prima pagina de "Il Fatto Quotidiano" assieme alla barzelletta di Roberto Fico, "Per il Quirinale serve un profilo di alta moralità"? Inarrivabili i pentastellati!

     

    J.N.

     

    grillo berlusconi grillo berlusconi

    Lettera 21

    Caro Dago, chissà se dopo l'avviso di garanzia al loro benefattore Grillo, i grillini e Travaglio si scopriranno "garantisti". Non mi stupirei se iniziassero a pensare di votare Berlusconi… vedremo.

     

    FB

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie