• Dagospia

    "NON SONO UNA SFASCIAFAMIGLIE" - SOFIIA KARKADYM, LA RIFUGIATA UCRAINA PER LA QUALE L'INGLESE TONY GARNETT HA MOLLATO MOGLIE E DUE FIGLIE, SI DIFENDE - "MI PIACEVA LA LORO FAMIGLIA" (PENSA SE JE STAVA SUL GROPPONE!) - E DA' LA COLPA A LORNA, LA MOGLIE CORNUTA DI GARNETT: "HO PASSATO MOLTO TEMPO CON LEI E HO CERCATO DI AIUTARLA. MA AVEVA DUE FACCE" - POI SCODELLA LA SCUSA MIGLIORE DI TUTTE: LA GELOSIA DELLA MOGLIE COME CAUSA DELLA TRESCA: "I SUOI CONTINUI SOSPETTI HANNO SPINTO ME E TONY SEMPRE PIU' VICINO"


     
    Guarda la fotogallery

    Dagotraduzione dal Daily Mail

     

    Sofiia Karkadym 2 Sofiia Karkadym 2

    «Non sono una sfasciafamiglie». A parlare è Sofiia Karkadym, 22 anni, la rifugiata ucraina accolta da una famiglia inglese a Bradford. Dopo due settimane di convivenza con Tony Garnett, la moglie Lorna e i loro due figli, Sofiia si è innamorata, ricambiata, di Garnett e i due sono fuggiti insieme.

     

    Intervistata dal Sun, la donna ha raccontato di non avere colpe. «Non mi è mai passato per la testa. Mi piaceva la famiglia. Ho passato molto tempo con Lorna e ho cercato di aiutarla. Ma lei aveva due facce».

     

    «I suoi continui sospetti, la tensione, hanno semplicemente spinto me e Tony sempre più vicino. Ha creato questa situazione suggerendo costantemente che qualcosa stava succedendo, quando non era vero. Quindi è stata colpa sua».

     

    Ieri la signora Garnett, intervistata dai giornali, aveva dato sfogo alla sua rabbia accusando Sofiia di aver approfittato del suo buon cuore nell’accoglierla in casa. Secondo la moglie, l’ucraina «ha messo gli occhi su Anthony fin dall’inizio, ha deciso che lo voleva e se lo è preso».

     

    Sofiia Karkadym Sofiia Karkadym

    «Non le è importato della devastazione che ha lasciato alle sue spalle. Tutta la mia vita è stata capovolta nel giro di due settimane». La signora Garnett ha detto al giornale di avere delle riserve sul programma, ma ha ritenuto che fosse la cosa giusta da fare dopo aver visto la situazione "terrificante" in Ucraina al telegiornale.

     

    La famiglia aveva accolto la signorina Karkadym nel tentativo di fare la propria parte per aiutare gli ucraini a fuggire dall'invasione russa, e Tony ha detto a The Sun che «voleva fare la cosa giusta» e che era stata tra le prime persone a proporsi di ospitare un rifugiato nell'ambito del programma del governo.

     

    La signorina Karkadym, che lavora come responsabile IT, è volata a Manchester il 4 maggio dopo aver aspettato settimane a Berlino per l'approvazione del suo visto per il Regno Unito. Il signor Garnett ha detto che lui e la donna hanno sviluppato rapidamente una connessione, così come è successo anche alle figlie di sei e tre anni, mentre la sua partner no. Siccome lui parlava slovacco, si è ritrovato spesso a dialogare con Sofiia, mentre la moglie non capiva di cosa discutevano.

     

    TONY GARNETT CON LA MOGLIE LORNA (SINISTRA) E CON LA RIFUGIATA UCRAINA SOFIIA TONY GARNETT CON LA MOGLIE LORNA (SINISTRA) E CON LA RIFUGIATA UCRAINA SOFIIA

    «Stavamo andando molto d'accordo, ma a quel tempo non era altro che questo, anche se posso capire perché Lorna ha iniziato a provare gelosia e risentimento nei suoi confronti», ha detto il signor Garnett.

     

    «A casa mi sono reso conto che trovavamo scuse per toccarci e sfiorarci l'un l'altro, è stato molto civettuolo, ma in quella fase non è successo nient'altro», ha detto. «Anche se il rapporto era abbastanza innocente, stava causando discussioni. Posso capirlo. Quando tornavo di notte, Sofia era quella che mi aveva preparato un pasto».

     

    TONY GARNETT CON SOFIIA KARKADYM TONY GARNETT CON SOFIIA KARKADYM

    Man mano che la coppia si avvicinava sempre di più, sua moglie è diventata «molto gelosa», dice il signor Garnett, e ha iniziato a chiedersi perché Sofiia lo seguisse tutto il tempo. «L'atmosfera stava diventando davvero pessima e Sofia mi ha detto che non sapeva se avrebbe potuto continuare a vivere con noi in queste circostanze», ha detto.

     

    «Lorna non è mai stata così entusiasta di avere un rifugiato in casa nostra perché significava che le ragazze dovevano trasferirsi in una stanza». Le cose sono precipitate dopo una lite esplosiva tra le donne che ha lasciato la signorina Karkadym in lacrime.

     

    tony garnett sofiia karkadym tony garnett sofiia karkadym

    Il signor Garnett ha detto che «qualcosa dentro di me è scattato» e ha detto a sua moglie «Se lei va, io vado».

     

    La coppia ha quindi fatto le valigie e si è trasferita dalla madre e dal padre di Garnett, anche se stanno cercando una proprietà in cui trasferirsi. Dopo che la loro relazione di 10 anni è finita nello spazio di soli 10 giorni, Tony dice che si sente male e che Lorna non è da biasimare.

     

    «Sono così dispiaciuto per quello che sta passando Lorna, non è stata colpa sua e non si trattava di qualcosa che ha fatto di sbagliato. Non abbiamo mai deciso di farlo, non era pianificato e non intendevamo fare del male a nessuno».

    ARTICOLI CORRELATI

    tony garnett sofiia karkadym tony garnett sofiia karkadym sofiia karkadym 3 sofiia karkadym 3 sofiia karkadym 4 sofiia karkadym 4 sofiia karkadym 1 sofiia karkadym 1 la prima pagina del sun con la storia di tony garnett la prima pagina del sun con la storia di tony garnett rifugiati ucraini rifugiati ucraini lorna garrett lorna garrett

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie