• Dagospia

    “TERZA DOSE DOPO 5 MESI” – L’ANNUNCIO DEL MINISTRO DELLA SALUTE ROBERTO SPERANZA AI GOVERNATORI - GIOVEDÌ IL DECRETO IN CONSIGLIO DEI MINISTRI: VIA LIBERA AL SUPER GREEN PASS - IL GOVERNATORE DEL FRIULI FEDRIGA: “LE CHIUSURE GENERALIZZATE DOPO LE VACCINAZIONI NON SAREBBERO SOPPORTABILI”


     
    Guarda la fotogallery

    Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini per corriere.it

     

    roberto speranza foto di bacco (8) roberto speranza foto di bacco (8)

    Green pass soltanto per i vaccinati e controlli per chi arriva dagli Stati esteri dove alto è il numero dei contagi e basso quello delle vaccinazioni: sono le richieste presentate oggi al governo dal presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga .

     

    Contestualmente il ministro della Salute Roberto Speranza ha detto ai governatori che la terza dose verrà somministrata dopo 5 mesi.

     

    «Le chiusure generalizzate dopo le vaccinazioni non sarebbero sopportabili», ha detto Fedriga. E poi ha aggiunto: «Anche passaggio di zona a prescindere, determina l’annullamento delle prenotazioni perché i gestori non sanno se potranno andare, se potranno tenere le attività aperte, le piste da sci aperte. Chi è vaccinato deve avere minori restrizioni».

     

    roberto speranza foto di bacco (6) roberto speranza foto di bacco (6)

    Molto deciso il presidente della Lombardia Attilio Fontana: «Non dobbiamo né possiamo aspettare altro tempo. Non possiamo aspettare che il virus detti regole gioco. Servono provvedimenti rapidi, limitati a fascia di persone. Un green pass che consenta attività solo a chi vaccinato/guarito. Non deve esserci inerzia. Importante tutelare sicurezza aperture, continuità attività commerciali e imprenditoriali e tutelare chi ha fatto proprio dovere, ha rispettato richieste dello Stato».

     

    roberto speranza foto di bacco (1) roberto speranza foto di bacco (1)

    Secondo il governatore della Liguria Giovanni Toti «l’unica misura sensata è attribuire un regime di chiusure alla qualità soggettiva delle persone, ovvero dall’assenza o meno del certificato derivante da vaccinazione e non su territori dove operano soggetti in condizioni molto diverse. Quindi applicare zone, oppure un criterio univoco fin dall’inizio basato su qualità persona vaccinata o meno e non su specificità territorio». E chiede anche «obbligo vaccinale su 3 dose sanitari e rsa, dove c’è una certa indolenza anche nel personale medico e alte processioni sanitarie. così come potrebbe aiutare accorciamento green pass e anche dei tempi 3 dose».

     

    Il nuovo decreto

    massimiliano fedriga massimiliano fedriga

    È la settimana decisiva per il nuovo decreto che dovrà dare il via al «super green pass», il certificato verde citato da Fontana che consentirà solo ai vaccinati e ai guariti di frequentare i luoghi a maggior rischio di contagio: bar, ristoranti, teatri, cinema, stadi, palestre, piscine.

     

     

     

    La campagna vaccinale

    A innescare il pressing dei presidenti è il timore che la quarta ondata di Covid 19, in coincidenza con la stagione turistica invernale e con le festività natalizie che si avvicinano, possa avere una pesante ricaduta «sulla ripresa economica e sulle attività sociali».

    roberto speranza mezzora in piu 3 roberto speranza mezzora in piu 3

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie